new & articoli

novità, articoli, recensioni, interviste, info concerti dei nostri artisti

ARTICOLO SU NUOVOSUD.IT 05/09/2022

Modica, concluso IsulaFest 2022: domenica sera altra performance a Palazzo Sant'Anna

Un'altra grandissima serata domenica sera a conclusione di IsulaFest 2022 il festival organizzato da Isulafactory in collaborazione con l'Ente Liceo Convitto e Comune di Modica. Nel Chiostro del palazzo S.Anna di Modica energia ed emozioni hanno caratterizzato le performance degli artisti che si sono alternati sul palco.

articolo su ragusanews  23/08/2022

IsulaFest, prima serata con ostina'ti ed helmet project

Si è aperta con un sold out la prima serata di IsulaFest 2022. Al chiostro dell'Ente Liceo Convitto, presentata da Valeria Lentini, si sono esibiti Helmet Project, giovanissimo talento che con la sua contaminazione tra jazz e percussioni ha creato un'atmosfera intensa e profonda molto apprezzata dal pubblico presente e gli Ostinàti, band del sassofonista Sergio Battaglia, che hanno incantato per la tecnica e virtuosismi dei singoli musicisti e per gli per gli arrangiamenti dell'album Stone Wall presentato ieri per la prima volta a Modica.

Da Ragusanews.com 20/08/2022

IsulaFest 2022, a Modica il 21 agosto e 4 settembre Lasciati ispirare

Modica - Colori e contaminazioni sonore, parte domani, domenica 21 agosto IsulaFest 2022, il festival di Isulafactory, in collaborazione con l'Ente Liceo Convitto e Comune di Modica, nel suggestivo chiostro del Palazzo Sant'Anna, sede dell'Ente e dell'Archivio di Stato di Modica.  Due appuntamenti all'insegna della musica più ricercata: il 21 con il Jazz fusion e rock degli Ostinàti, quintetto dell'ecclettico sassofonista Sergio Battaglia, che propongono una miscela di suoni e groove di altissimo livello. La band presenta l'album "Stone Wall" uscito per Isulafactory e distribuito dalla Lizard records di Treviso. Aprirà Helmet Project, nome d'arte dietro il quale si cela e si rifugia un giovanissimo percussionista e polistrumentista, che presenta un crossover jazz in cui suoni analogici percussivi, come la marimba, incontrano l'elettronica creando una contaminazione molto interessante. Helmet Project presenta il suo Ep uscito ad aprile sempre per l'etichetta Isulafactory.

news - da  MONDOSPETTACOLO.COM 

Il video è una carrellata di immagini, che con molta semplicità esprimono quel raro senso di libertà che ognuno di noi prova in momenti sempre più rari ed effimeri. Un montaggio lineare, essenziale una carrellata di fotogrammi in cui il senso dell’immenso, della felicità riempie i cuori.


 

Intervista alla nostra etichetta

Systemfailurewebzine

Isulafactory nasce nel novembre del 2020 come collettivo di persone che condividono la stessa passione per la musica. Nasce come un semplice gruppo che promuove la propria musica attraverso i social, le piattaforme di streaming e i vari canali video...

Recensione di giancarlo bolther su

rock-impressions.com

Stone Wall è un bel disco che merita di “bucare” il muro degli ascolti superficiali...

Recensione (luigi di Fazio) di  "Quarantine mood"  su

Under-art.it 

... La sua musica urban, nu-jazz e upbeat, che incontra, nella sua esecuzione, moltissimi tipi di percussioni e il sassofono del compositore jazz Sergio Battaglia ma anche molte parti elettroniche, risulta intensa nei suoi ostinati e fantasiosa negli inserti occasionali così come nelle strofe e nei ritornelli...

Intervista a Salvo Scucces su 

blogdellamusica.it (14.03.2021)

...Quattro Ricordi è il titolo dell’Ep di Salvo Scucces compositore siciliano. Un piccolo scrigno di note che si fanno immagini non appena le ascolti, capaci di trasportarti in quella dimensione particolare di cui parlava Cesare Pavese quando diceva: “Non si ricordano i giorni, si ricordano gli attimi”.

Recensione "stone Wall" su 

System failure webzine (14.03.2022)

...Arriva il primo album de gli Ostinàti dal titolo “Stone Wall”. La band siciliana si cimenta in sperimentazioni progressive jazz, nelle quali risuonano i fasti della scena fusion e smooth jazz degli anni d’oro.

Recensione "quattro ricordi"   su

Musicaculturaonline.it (01.02.2021)

... Alla base della concezione dei “Quattro Ricordi” c’è un’elevata concezione musicale, fondata sulla capacità di raccontare emozioni e stati d’animo, ma anche crescita, sogni, speranze, fallimenti. Il punto è che il lavoro che Salvo compie è innanzitutto basato sulla forma (i suoi “Quattro Ricordi” potrebbero quindi essere collegati ai Quattro Quartetti di T. S. Eliot): quelli che ascoltiamo sono innanzitutto frammenti di memoria, e anche se molto piacevoli all’udito, sembrano effettivamente essere concepiti in quanto strutture formali più che contenitori di elementi musicali. Come conseguenza prima viene il ricordo poi il gusto estetico (validissimo)...